Succhietto o pollice?

Qual è la scelta giusta?

Pollice
• Un pollice non può perdersi! Il bambino lo avrà sempre a portata di mano. Il rovescio della medaglia è infatti che potrebbe utilizzare il pollice anche una volta abbandonato il succhietto 
• La suzione del pollice può causare malformazioni dentali a causa della spinta esercitata sui denti anteriori

Succhietto
• Quando perde il ciuccio ne vuole subito un altro. Di notte è inconsolabile fino a quando non lo ritrova. Spesso ha il suo preferito ed è un problema quando lo si deve sostituire perché usurato.
• E' più facile convincere un bambino ad abbandonare il succhietto piuttosto che fargli smettere di succhiare il pollice
• I succhietti sono progettati per un corretto sviluppo della bocca e dei denti

Quale succhietto scegliere? 
Se decidi di fargli utilizzare il succhietto sceglilo con cura:
• la tettarella dovrebbe essere il più sottile possibile
• dovrebbe essere morbida, per evitare di esercitare troppa pressione sulle gengive 
• la forma dovrebbe essere fisiologica, per aderire al palato in modo corretto

La scelta è ampia: in commercio si trovano succhietti in silicone ed in caucciù naturale. Solitamente ogni bambino ha il suo preferito.

Caucciù naturale: è il succhietto più tradizionale, molto morbido ma caratterizzato da un odore e sapore più intensi di quello in silicone. La sua durata è inoltre più breve paragonato a quello in silicone.

Silicone: è un materiale nuovo, elastico, inodore ed insapore, facile da pulire e più resistente al deterioramento del caucciù.

Quanto dura un succhietto?
La vita media di un succhietto è di tre mesi. Occorre comunque sostituirlo se si nota un deterioramento. Verso i due anni è consigliabile iniziare dolcemente ad incoraggiarlo affinché rinunci al suo succhietto.