Estrarre e conservare il latte materno

Consigli per la conservazione del latte

Estrarre il tuo latte è davvero un'ottima opportunità quando sai che dovrai saltare una poppata o stai per rientrare al lavoro. La conservazione del latte materno è molto semplice, una volta che si sa come fare.

Latte estratto 

È possibile estrarre il latte materno con un tiralatte manuale o elettrico. Con quello elettrico è possibile risparmiare tempo estraendolo anche mentre si sta allattando. Usare il tiralatte può essere la scelta giusta se:

  • Il tuo seno è molto gonfio ed i capezzoli sono doloranti
  • Il tuo bimbo non può essere allattato direttamente al seno, come nel caso dei prematuri
  • Hai saltato una poppata perché il tuo bimbo non si è svegliato o non aveva fame
  • Desideri conservarne un biberon da utilizzare in una situazione di emergenza
  • Lo allatterà il papà perché tu non sei a casa
  • Sei ritornata al lavoro e non sai mai a che ora riuscirai a rientrare a casa

Suggerimenti per l'uso del latte materno conservato

  • Per scongelare il latte estratto, metti il biberon o il contenitore in frigorifero per qualche ora e poi lascialo a temperatura ambiente
  • Ricorda: NON ricongelare mai il latte che non hai utilizzato e NON mescolare il latte caldo con il latte che hai congelato
  • Fai raffreddare il latte estratto prima di aggiungerlo al latte che è stato precedentemente congelato
  • Utilizza uno scaldabiberon o un pentolino di acqua calda per riscaldare il latte, piuttosto che un forno a microonde
  • Elimina il latte rimasto nel biberon quando il bimbo è saziono

Seguendo questi consigli il tuo bimbo potrà beneficiare di tutti i vantaggi del latte materno anche se non lo allatti direttamente al seno.