Iniziare a svezzare il bambino

Primi passi verso il cibo solido

Lo svezzamento è un'avventura emozionante per il tuo bambino. In questi mesi sperimenterà un sacco d’interessanti sapori e nuove consistenze. Perché sia un piacevole momento da vivere insieme è bene partire preparati e assicurarsi di avere a disposizione tutta l'attrezzatura necessaria.

  • Sdraietta e seggiolone:
    Spesso i bimbi piccoli iniziano lo svezzamento comodamente seduti nella sdraietta per poi passare al seggiolone. Scegline una regolabile, in modo da poterla usare quando inizierai lo svezzamento.
  • Cucchiaio 
    Scegli un cucchiaio morbido, flessibile, appositamente studiato per la sua piccola bocca e le sue gengive delicate.
  • Piatti e ciotole
    Meglio utilizzare stoviglie infrangibili così non si romperanno se cadono dal vassoio del seggiolone.
  • Bavaglie
    Scegli un modello con chiusura laterale a strappo, sarà più facile mettergliela. E per evitare disastri prova quelle in plastica morbida dotate di raccoglipappa sul fondo.
  • Contenitori per la conservazione
    Se vuoi preparare il cibo già dosato per lui da congelare o da portare in viaggio, utilissimi i contenitori graduati.

Suggerimenti per lo svezzamento

Il latte materno o quello artificiale saranno ancora presenti nella sua dieta all'inizio dello svezzamento poiché ogni nuovo alimento andrà introdotto gradualmente secondo le indicazioni del pediatra in base alle esigenze di ogni bambino.

Inizia con la purea di frutta o con passati di verdura cotta. In seguito potrai proporgli cibi con maggiore consistenza. Se vuoi provare a farlo mangiare da solo, scegli alimenti che puoi preparare facilmente in piccoli pezzetti perché si serva autonomamente.

Inoltre:

  • introdurre un nuovo alimento durante uno dei pasti della giornata: perché si abitui a un solo gusto per volta e perché sia facile per te identificare il cibo colpevole in caso di reazione allergica.
  • l'introduzione dei cibi solidi dovrebbe essere dolce e graduale. E' preferibile iniziare con piccoli bocconcini.
  • se il bambino oppone resistenza e ad esempio non apre la bocca, sii paziente. Potrebbe non essere ancora pronto. Cerca di evitare conflitti per l'alimentazione.

Procedi lentamente e persevera. Giorno dopo giorno, assecondando i suoi ritmi, apprezzerà il cibo e sarà pronto a passare alla fase successiva.